Il convegno del 2005

 

l termine "esoterismo" viene a volte associato a una rivelazione segreta riservata a una ristretta élite di adepti privilegiati e preclusa alle masse che ne sarebbero indegne. Ma questa interpretazione è imprecisa e grossolana. Se la vita spirituale vive di simboli, le diverse dottrine esoteriche ambiscono a fornire una serie di chiavi interpretative che ne decodificano il senso profondo. Ma si tratta di approcci conoscitivi che il ricercatore deve imparare a fare propri attraverso un processo di approssimazione personale alla verità. Lo sforzo di trasformazione interiore in questo percorso di avvicinamento è la condizione stessa del valore della meta raggiunta. La via dell'esoterismo è quindi il sentiero che conduce a un cambiamento attivo della coscienza attraverso una visione spirituale della natura e dell'uomo.

Perché dunque avvicinarsi oggi all'esoterismo? Come interpretare un messaggio costruito, sul piano umano, con gli strumenti della razionalità, ma per altro verso di natura profetica, ricevuto mediante rivelazioni e teofanie? Come riuscire a discutere e a ricercare nel campo esoterico evitando il proselitismo settario o lo scientismo riduzionista?

Una lettura attuale delle opere esoteriche, con l'aiuto di strumenti di interpretazione offerti dai paradigmi scientifici olistici e sistemici, mette in luce alcuni aspetti che possono essere utili per capire e tentare di ricomporre le grandi frammentazioni della società moderna: tra natura e cultura, tra corpo e psiche, tra realtà esteriore e realtà interiore, tra maschile e femminile. Nei testi esoterici che si occupano non soltanto di ecosofia, ma anche di psicologia, di antropologia o di sociologia, si trovano analisi che anticipano alcuni dei più recenti orientamenti delle scienze umane.

Nelle opere esoteriche, accanto alle analisi razionali, vi sono però anche rivelazioni sorprendenti sul destino dell'umanità: intervento del divino nella storia, presenza di profeti e di maestri consapevoli degli scopi della vita planetaria; prossima entrata dell'umanità in una nuova era. Queste profezie, che sono una caratteristica saliente di varie opere esoteriche, rendono difficile la discussione pubblica e costituiscono un ostacolo alla ricerca in questo campo.

Il Convegno Pangea 2005 si propone di riconsiderare alcuni temi centrali del lavoro esoterico: unità e complessità spirito-mente-corpo; significato e funzione della meditazione e della ritualità; sacralità della Terra e della Natura; filosofia della storia e dell'evoluzione umana. Gli studiosi invitati presenteranno dei quadri di riferimento per poter interpretare questi temi, ponendo l'attenzione in particolare sul problema metodologico: quali sono le fonti della conoscenza esoterica? Quale valore operativo ha il lavoro esoterico? Come riuscire a sviluppare una comunicazione autentica tra operatori culturali che permetta di valorizzare l'esoterismo con apertura ma anche con spirito critico, per individuare sia le risorse, sia i rischi d'illusione che derivano da questo tipo di ricerca? In questo senso, il pensiero di Khrisnamurti, che sarà considerato durante il convegno, ci sembra particolarmente significativo.

Per affrontare il tema dell'esoterismo, sono state scelte alcune correnti di pensiero che hanno una relazione con la storia del Monte Verità e di Eranos. In particolare le culture teosofica e antroposofica del ventesimo secolo, così come gli influssi delle antiche tradizioni spirituali indiane, hanno contribuito in modo significativo all'orientamento delle attività del Monte.

Durante il convegno, vi sarà la possibilità di partecipare alla meditazione del Wesak, una festività principale della teosofia che avviene in relazione al plenilunio del Toro (domenica mattina). Le caratteristiche e il senso di questo rito saranno presentati al pubblico come ulteriore contributo alla tematica proposta.

L'avvicinamento con uno spirito critico ma anche con un intento autentico di studio ed esplorazione rappresenta una sfida per sviluppare un dialogo tra le istituzioni scientifiche, religiose e i vari movimenti della spiritualità emergente in Occidente, caratterizzati da una "libera interpretazione delle tradizioni" con le opportunità ma anche le problematiche che ne possono conseguire.

 

HOME PAGE